Comune di Vigonza

home Home < Uffici < Informazioni Tributi < SCADENZA DI PAGAMENTO DEL SALDO TASI E IMU ANNO 2015 E RISOLUZIONE CASI PARTICOLARI.

SCADENZA DI PAGAMENTO DEL SALDO TASI E IMU ANNO 2015 E RISOLUZIONE CASI PARTICOLARI.

IUC

Si informa la cittadinanza che mercoledì 16 dicembre 2015 è l'ultimo giorno utile per effettuare il pagamento del saldo della TA.S.I. (Tributo sui servizi indivisibili) e dell'I.M.U. (Imposta municipale propria).

 ALIQUOTE e DETRAZIONI per la determinazione del saldo I.M.U. e TA.S.I. sono le medesime utilizzate per il calcolo dell'acconto (approvate con delibere di Consiglio Comunale, rispettivamente, n. 32 e n. 31 del 18.06.2015).

Per chi non ha pagato l'acconto di giugno (la cui scadenza era prevista per il 16/06/2015), è possibile effettuare ravvedimento operoso (ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. n. 472/1997) entro il termine di un anno dalla scadenza (quindi  entro il 16/06/2016), applicando la sanzione del 3,75% e gli interessi al tasso legale annuo dello 0,50% (calcolati sui giorni di ritardo a partire dal 17/06/2015).

 

RISOLUZIONE CASI PARTICOLARI PER LA TA.S.I.:

1) Immobili soggetti al pagamento del tributo

Tutti i fabbricati (abitazioni, garage, magazzini, negozi, uffici, laboratori, capannoni, ecc.), ad eccezione di quelli strumentali all'attività agricola, sono soggetti al pagamento della TASI, siano essi affittati o meno. Pertanto anche i fabbricati "tenuti a disposizione" (ossia tenuti "al bisogno", intendendosi per tali anche quelli utilizzati direttamente dal proprietario) sono soggetti, in qualità di "fabbricati non affittati", al pagamento del tributo.

 

2) Coniugi separati/divorziati

 Per l'immobile assegnato a seguito di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, in caso di contitolarità del possesso, l'imposta è dovuta da entrambi i coniugi in base alle rispettive quote di possesso.

Inoltre, nel caso il coniuge non assegnatario sia interamente proprietario dell'immobile, il coniuge assegnatario residente, in qualità di detentore, è soggetto al 30% dell'imposta complessivamente dovuta sull'immobile.

 

3) Versamento quota del 30%

In caso di locazione, ovvero occupazione/detenzione a qualsiasi titolo (diverso da diritto reale), di immobili, la quota del 30% va corrisposta da un unico soggetto (in nome e per conto degli eventuali altri occupanti).

A carico di tutti gli occupanti sussiste il vincolo di responsabilità in solido al pagamento del tributo.

 

4) Dichiarazione TA.S.I.

I soggetti passivi presentano la dichiarazione entro il termine del 30 giugno dell'anno successivo alla data di inizio del possesso o della detenzione dei locali e delle aree assoggettabili al tributo. Nel caso di occupazione in comune di un'unità immobiliare, la dichiarazione può essere presentata anche da uno solo degli occupanti (con indicazione dei dati anagrafici degli altri occupanti).
La dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi, sempreché non si verifichino modificazioni dei dati dichiarati da cui consegua un diverso ammontare del tributo; in tal caso, la dichiarazione va presentata entro il 30 giugno dell'anno successivo a quello in cui sono intervenute le predette modificazioni.

In sede di prima applicazione del tributo, ai fini della dichiarazione TASI, si considerano valide, per i titolari dei diritti reali, tutte le dichiarazioni già presentate ai fini dell'IMU se l'unità immobiliare dichiarata risulta detenuta direttamente da uno dei titolari del diritto reale. Nei casi diversi dal precedente, la dichiarazione TASI dovrà essere presentata sia dal titolare del diritto reale che dall'occupante.

 

25/11/2015

F.to IL FUNZIONARIO RESPONSABILE I.U.C.

documento Pdf Aliquote e detrazioni IMU-TASI 2015 (56 KB)

Comune di Vigonza - Palazzo Arrigoni, via Cavour 16 - 35010 Vigonza (Pd) - P.I. 01480860285 C.F. 80010350280 C.U.U. UFSR99 - tel. 049/8090211, fax 049/8090200 - urp@comune.vigonza.pd.it - P.E.C.: vigonza.pd@cert.ip-veneto.net - Informativa sulla Privacy - intranet

Valid XHTML 1.0! Valid CSS!